Barbecue a gas: quale griglia comprare ?

Come accendere un barbecueIl barbecue a gas è oramai diventato un oggetto indispensabile per coloro che vogliono trascorrere qualche giornata all’aperto insieme a tutta la famiglia. Attualmente in commercio esistono diverse tipologie di barbecue: da quello a legna o a carbonella fino a quelli a gas di cui ci occuperemo su questo sito. Al di là della sua tipologia il concetto di base è sempre lo stesso. In pratica viene utilizzato il calore del fuoco per cuocere i cibi in maniera diretta e cioè senza riversarli prima in un recipiente come si farebbe in una normale cucina. Tali cibi sono posizionati lungo una griglia. Tra i vantaggi spicca la possibilità di mangiare delle pietanze più saporite rispetto alle cotture tradizionali.

Migliori Barbecue a gas

Questo è soprattutto il caso dei barbecue a gas, i quali permettono di regolare manualmente l’intensità del calore. In questo modo per esempio possiamo cuocere la carne a fiamma più bassa per un tempo più lungo evitando che diventi e quindi più gustosa. Inoltre la cottura sul barbecue consente di mangiare anche più leggero perché l’assenza di un recipiente dirotta i grassi di cottura direttamente nella fiamma.

Quali sono i migliori modelli di barbecue a gas presenti sul mercato?

Foto
Prezzo
148,00 EUR
Spedito con Prime ?
-
Recensioni
-
Foto
Prezzo
218,76 EUR
Spedito con Prime ?
Recensioni
-
Foto
Prezzo
194,90 EUR
Spedito con Prime ?
Recensioni
-
Foto
Prezzo
123,90 EUR
Spedito con Prime ?
Recensioni
-
Foto
Prezzo
327,40 EUR
Spedito con Prime ?
Recensioni
-

1.Weber Q 1200

Questo modello è disponibile in commercio in vari colori. Tra le sue specifiche tecniche vi segnaliamo una potenza da 2,6 Kw, un materiale in ghisa di alluminio per ciò che concerne il braciere e il coperchio. Tra gli accessori aggiuntivi spicca il termometro integrato, l’ampia maniglia termoisolante e le 2 griglie cottura smaltate in ghisa di acciaio. Inoltre quello che ci ha colpito è la manopola di regolazione della temperatura oltre ai due piani pieghevoli in plastica termo indurita. Completa il suo profilo la vaschetta per la raccolta dei grassi, oltre al telaio in nylon rinforzato con fibre di vetro,fino al regolatore di pressione per la cartuccia a gas.

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

2.Campingaz Adelaide 3 Woody

Questo modello è uno dei migliori in circolazione per via della sua ottima combinazione di bruciatori potenti unitamente all’eleganza del suo carrello in legno. Non è un caso che è considerato uno dei prodotti top della nota azienda australiana: la Campingaz Woody. L’idea stessa di abbinare il legno d’acacia con l’acciaio verniciato rende questo barbecue ideale per chi ritiene che lo stile debba avere le stesse prestazioni qualitative della sua cottura.

Design e prestazioni vanno quindi sulla stessa lunghezza d’onda. In questo senso tale modello è considerato un evergreen nella famiglia Campingaz rivisitato nel design. Come i suoi predecessori anche esso è dotato di una doppia superficie di cottura composta da griglia e piastra, con lo scopo soddisfare tutti i tipi di appetito. Scorrendo le sue specifiche tecniche spicca un’area di cottura pari a 2800cm², una griglia in ghisa, dei fornelli in ghisa con diffusore di calore e un coperchio piatto con manici utilizzabili quale schermo protettivo.

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

Offerta
Campingaz Adelaide 3 Woody Barbecue a Gas, Scuro
  • Tre bruciatori in ghisa, prestazioni (14 kW); grill con con accensione piezoelettrica
  • Opzioni cottura: griglia e piastra in ghisa ampie smaltate per BBQ in due parti (60 x 46 cm)

3.Campingaz Texas Re.volution

Questo modello ha delle dimensioni piuttosto interessanti ai fini della cottura. Infatti la superficie su cui vengono posizionati i cibi è pari a 55X33 CM.Quello che colpisce di questo modello è la sua potenza pari a 8,2 KW + 2,3 KW per ciò che concerne il fornello laterale. Inoltre l’intera superficie di cottura è in ghisa. Proprio a dimostrazione che i prodotti validi possono essere contenuti anche in scatole piccole, con questo prodotto l’azienda madre ha immesso sul mercato un modello perfetto complice la giusta combinazione tra dimensioni contenute e ottime prestazioni.

Non è un caso che questo prodotto è considerato ideale per chi è alle prime armi, dato che offre una panoramica generale sulle potenzialità di questi modelli a gas. Completano il suo profilo il numero di bruciatori in acciaio inox ma soprattutto la superficie di cottura in roccia lavica per gli amanti della tradizione che non vogliono rinunciare alla passione per il BBQ.

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

Offerta
Campingaz Texas Revolution Grill Barbecue a Gas, Nero
  • Due bruciatori in acciaio alluminato, prestazioni (8,2 kW); uno a lato (2,3 kW) per riscaldare salse o contorni; grill con accensione piezoelettrica
  • Opzioni cottura: griglia in ghisa per BBQ (55 x 33 cm), grata riscaldata estesa per tutta la superficie di cottura

4.BST DALLAS 330

Riflettori puntati sul BST Dallas 330 per via della sua produzione totalmente made in Italy con funzione brevettata Multigas. Esso può essere alimentato a GPL e/o Metano. Inoltre i bruciatori sono a fiamma stabilizzata e l’accenditore è piezoelettrico, ma quello che ci ha colpito è la sua potenza da 6,2 Kw. Scorrendo le sue specifiche tecniche salta subito all’occhio la piastra in ghisa rigata smaltata per alimenti e l’aggiunta di un piano di lavoro laterale e piano di appoggio centrale. Tenendo bene a mente che senza la pietra naturale può essere usato come fornello per cottura in pentola. Inoltre la struttura ha delle robuste gambe in acciaio verniciato. La sua altezza è di 83 cm, la sua larghezza di 76 cm e la sua profondità di 40 cm.

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

BST DALLAS 330 - Barbecue a gas GPL/Metano con doppia piastra e due bruciatori...
  • Barbecue made in Italy con funzione brevettata Multigas: può essere alimentato a GPL e/o Metano. Bruciatori a fiamma stabilizzata. Accenditore piezoelettrico....
  • 1 piastra in ghisa rigata smaltata per alimenti + 1 pietra naturale. Piano di lavoro laterale e piano di appoggio centrale.

5.BST MAXI 405

Questo modello è davvero semplice, versatile, considerato uno dei migliori della sua categoria. A conti fatti il MAXI 405 è un barbecue a gas con struttura in acciaio verniciato. Esso può funzionare sia a GPL che a Metano oltre ad essere dotato di 2 piastre in ghisa rigata smaltata per alimenti. Tenendo bene a mente che senza piastra può essere usato come fornello per una cottura in pentola. In dotazione troviamo 2 bruciatori a fiamma stabilizzata e un piano di appoggio centrale. Ruote. Il Barbecue è made in Italy con funzione brevettata Multigas. Inoltre può essere alimentato a GPL e/o Metano. Tra le sue caratteristiche tecniche spicca la doppia piastra in ghisa rigata smaltata per alimenti. La sua altezza è pari a 71 cm, la sua larghezza è pari a 64 cm e la sua profondità è di 37 cm.

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

6.FireFriend BQ-6372

Questo modello è una piastra di cottura a gas piezoelettrica, caratterizzata da una grande superficie di cottura e da due bruciatori. Essa è molto facile da pulire e ma soprattutto da usare. Le diverse zone di calore assicurano che i diversi ingredienti si possano tranquillamente preparare in maniera contemporanea. Quello che ci ha colpito è il materiale della piastra di cottura che è potenza dei fuochi principali è di 3,5 kw con un capacità totale di 7 kw. Dai feedback inseriti su Internet emerge una grande affezione da parte degli acquirenti i quali hanno da subito apprezzato il suo carattere pratico e maneggevole da cui deriva una estrema facilità di utilizzo oltre che una comprovata semplicità nel pulirlo.

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

Offerta
FireFriend Piastra di Cottura a Gas BQ-6372, Black, 24.5x49.50x26.30 cm
  • La piastra a gas è dotata di due bruciatori che creano diverse zone di calore
  • La piastra di cottura in acciaio smaltato è facile da pulire.

7.Blacktop 360 “Party-Grill”

Il Blacktop360 è un barbecue a gas portatile ideale per i party. Tra i suoi punti di forza spicca il suo design semplice ma nello stesso tempo accattivante. Esso è trasportabile complice le sue gambe pieghevoli che consentono di posizionarlo ovunque. Quello che ci ha colpito è il pratico contenitore isolato progettato per il recupero dell’olio e il doppio rivestimento ceramico del piano di cottura per favorire una maggiore pulizia in tempi rapidi.

Esso è inoltre caratterizzato da una totale versatilità di cottura, infatti con le sue tre indipendenti aree di cottura potete preparare di tutto. Quello che rende questo modello superiore ai suoi competitors è la sua dotazione dato che oltre alle griglie per la cottura esso si distingue per la presenza della friggitrice capace di riscaldare fino a 180°C per una perfetta cottura con la possibilità di cuocere verdure, pollo, pesce e molto altro, per la presenza di grill infrarosso fino a 340ºC di temperatura, per la sua efficiente piastra con un sistema di cottura delicato caratterizzato da un doppio rivestimento porcellanato. Completa il suo profilo un valido scalda vivande che mantiene caldo il cibo pronto da mangiare.

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

Blacktop 360 "Party-Grill" - Barbecue portatile a gas
  • Prodotto in offerta per la presenza di piccoli difetti estetici.

Sommario:

Cerca Barbecue a Gas per Marca

VidaXL – Campingaz – Broil-master – Sochef – Char Griller – Kemper – Outdoorchef – Eurolandia s.r.l. – Ferraboli – Imperial Barbecue – Ompagrill

Caratteristiche tecniche

Una delle componente fondamentali di un barbecue e quindi la sua parte principale, è quella necessaria per la cottura dei cibi e cioè la griglia, appoggiata su un supporto costituito solitamente da quattro gambe. In genere si possono trovare anche barbecue provvisti di ruote, in modo che possiamo spostarli a seconda delle nostre esigenze magari portandoli all’aperto quando serve e richiudendoli in garage quando non ci servono più. Inoltre esistono alcuni modelli che sono caratterizzati da più di una griglia.

Laddove la prima è più vicina alla fiamma, mentre l’altra è situata in una zona più elevata per diversi gradi di cottura favorendone una più lenta.  Infine ci sono alcuni modelli che prevedono la presenza di un coperchio per meglio cuocere i cibi sulla griglia. In questo modo viene simulato lo stesso metodo che viene usato con un forno con il risultato che i cibi sono anche più teneri.

Guida all’acquisto: criteri di valutazione

In commercio esistono diversi modelli di barbecue a gas i quali corrispondono a diverse fasce di prezzo. Per massimizzare un acquisto si devono anche conoscere i criteri di valutazione in modo da capire se si sta comprando un modello ideale per le vostre esigenze oppure no. Per cui per avere la certezza di acquistare un prodotto che faccia al caso vostro bisogna soffermarsi sugli aspetti che determinano il loro relativo prezzo.

  • Materiali – In commercio esistono barbecue dai materiali più disparati: dall’acciaio inox al ferro fino alla ghisa. Inoltre, alcune griglie possono essere rivestite in ceramica. Quanto al materiale del braciere deve essere sempre resistente alle alte temperature per questo bisogna optare per l’acciaio porcellanato o al massimo smaltato
  • Dimensioni – Ovviamente la grandezza del barbecue incide sul prezzo
  • Numero dei bruciatori – il numero totale dei bruciatori frontali e laterali dei barbecue influisce sul costo finale
  • Potenza – Ciò che davvero distingue un barbecue da un altro è la sua potenza. Essa può essere aumentata abbassando il coperchio durante la cottura. Quindi se quel modello ha un coperchio in dotazione significa che possiamo sviluppare al massimo la potenza e quindi costerà di più.
  • Accessori – I barbecue possono essere venduti provvisti di accessori tra cui spiccano le piastre extra in ghisa o in pietra lavica e anche i riduttori della pressione del gas.

Al di questi fattori esistono varie offerte sugli store on line. Per esempio possiamo trovare un barbecue grande con molti bruciatori offerto però ad un prezzo irrisorio, per via della sua scarsa potenza o della limitata qualità dei suoi materiali. Ragion per cui prima di procedere all’acquisto vi consigliamo di esaminarne tutte le caratteristiche necessarie per evitare di spendere dei soldi inutilmente.

Consigli per l’uso corretto e responsabile

Dato che il barbecue utilizza la fiamma più o meno diretta come metodo di cottura è naturale che debba essere usato all’aperto per ovvi motivi di sicurezza. A tal proposito si consiglia di tenere il barbecue non troppo vicino ad una parete accertandosi che la fiamma non raggiunga il soffitto. Tra gli scenari più probabili ci sarebbe la possibilità che i grassi di cottura finiscano per produrre fiammate improvvise con un inevitabile pericolo di incendio. A ciò bisogna aggiungere che la cottura con barbecue solitamente produce parecchio fumo. Per questo è ideale acquistarne uno da giardino.

Quali sono i vantaggi dei barbecue da giardino?

barbecue da giardino

Per sfruttare al meglio le potenzialità di un barbecue sarebbe ideale portarselo in campeggio. Per questo motivo sono stati progettati dei barbecue che possono essere tranquillamente trasportati. Infatti per chi pratica campeggio sa perfettamente che ridurre al minimo l’ingombro è la prima regola per poter rendere piacevole quel tipo di esperienza all’aperto. A tal proposito i barbecue pensati per i campeggiatori sono caratterizzati da una serie di punti di forza come i ripiani pieghevoli, le gambe smontabili, i carrelli rimovibili in modo da ridurre le dimensioni della componente principale che serve per la cottura vera e propria.

Nel caso in cui abbiamo a disposizione un modello che ha le gambe pieghevoli piuttosto corte, il modo migliore per utilizzarlo è quello di posizionarlo su un supporto con un tavolo, poiché in questo modo quella superficie garantirà la massima stabilità. Inoltre riteniamo che sia un errore appoggiare il barbecue direttamente sul terreno soprattutto se c’è molta erba secca. Ovviamente questo accorgimento è estremamente importante per evitare incendi. In ogni caso vi consigliamo di usare queste precauzioni anche quando il barbecue è garantito come adatto a ogni tipo di superficie. Una volta posizionato in un punto stabile e sicuro, ci basterà accenderlo seguendo le istruzioni e in brevi minuti possiamo iniziare a cuocere i nostri cibi.

Bestseller No. 1
Tepro - Barbecue a carbone Toronto Click, modello 2019, antracite/acciaio INOX
  • Griglia smaltata removibile: superficie ca. 56 x 41,5 cm
  • Superficie di riscaldamento: ca. 53,9 x 24,1 cm
Bestseller No. 2
Femor Braciere da Esterno in Acciaio Inox, Braciere da Giardino 81CM,Tavolo...
  • [ACCIAO INOX QUALITA' FEMOR] Acciaio inossidabile di di alta qualità, resistente al calore ed antiruggine.
  • [Multifunzione 3 in 1] Funge da braciere/ BBQ/ porta-ghiaccio per dibite.quando si mette dentro il ghiaccio, bisogna infilare la busta di plastica per bloccare...

I barbecue da balcone sono sicuri?

barbecue da balcone

In commercio esistono anche dei modelli progettati per coloro che vivono in un condominio e quindi non hanno la possibilità di fare il barbecue in giardino. Essi sono appositamente creati per i balconi dei vostri appartamenti. Per legge tutti possono usare il barbecue fuori ad un balcone a patto che l’emissione di fumi e di odori sia nei limiti del tollerabile. E’ vero però che alcuni condomini hanno dei regolamenti personalizzati per cui è bene chiedere agli amministratori se è possibile oppure no utilizzare questa tipologia di barbecue.

In ogni caso essi sono assolutamente sicuri come dimostrano le caratteristiche tecniche dei due modelli base. Il primo modello di barbecue da balcone è piccolo ed è dotato di gambe. Esso va posizionato nel posto giusto, lasciando parecchio spazio fra il barbecue e la parete e anche fra il barbecue e la ringhiera del balcone stesso, in modo da evitare vampate accidentali. Indipendentemente se si sta usando un modello a gas o a carbone, i grassi di cottura sono in grado di creare improvvisamente delle alte fiammate che con una folata di vento possono trasformarsi in un incendio. Il secondo modello di barbecue a balcone invece è caratterizzato da una piccola griglia appoggiata su un recipiente dotate di staffe da agganciare alla ringhiera. Esso è molto pratico e nello stesso non occupa molto spazio. Rispetto al primo modello è più sicuro perché è lontano dalle pareti della casa e dalla ringhiera. L’unico svantaggio che ci potrebbe essere è che non è assolutamente adatto per chi ama grigliare grandi quantità di cibi in una sola volta.

OffertaBestseller No. 1
LotusGrill G-AN-34 - Barbecue a carbone senza fumo, Colore Nero
  • Griglia; 32 cm di diametro; adatto per 5 persone
  • Coperchio per il contenitore della carbonella; contenitore della carbonella; piano di accensione
Bestseller No. 2
Mbuynow Barbecue Griglia a Carbone Professionale per 5-10 Persone, Utensile BBQ...
  • Materiale di qualità: acciaio inossidabile, con la protezione contro la deformazione, corrosione e ruggine; resistente alle alte temperature fino a 600°C,...
  • Facile da montare e smontare, non necessiterà di alcun attrezzo. Piedi pieghevoli e rimovibili consente di ridurre al minimo le dimensioni del grill, comodo da...

Barbecue con pietra lavica a gas

Barbecue con pietra lavica a gas

Fra i diversi modelli di barbecue presenti sul mercato non ci soffermeremo su quelli a gas a pietra lavica che a conti fatti rappresentano un ottimo compromesso fra il tradizionale barbecue a carbonella e quello a gas senza pietra lavica. In questi modelli di cui vogliamo parlarvi sono comunque presenti fornelli ma anziché proiettare la fiamma sulle pietanze in maniera diretta, essi riscaldano una lastra di pietra ignifuga situata al di sopra, la quale produce calore diventando incandescente. Quel calore emanato dalla lastra determina la cottura dei cibi che sono posizionati sulla griglia situata in alto. Praticamente quando i liquidi e i grassi di cottura dei diversi cibi si riversano sulla pietra, essi evaporano finendo quindi per saporire le pietanze di aromi. Per fare in modo che questo procedimento abbia i suoi frutti i fuochi devono essere potenti, in modo da scaldare la pietra a sufficienza. Di contro se i fuochi sono deboli le pietanze risulteranno più simili a quelle cotte al vapore.

Per questa tipologia di barbecue risulta assolutamente necessario scaldare per almeno 10 minuti la lastra prima di appoggiare le pietanze sulla griglia seguendo perfettamente le indicazioni allegate nella confezione. Tra i numerosi vantaggi di questo tipo di barbecue spicca la qualità del suo materiale dato che la pietra lavica è del tutto naturale e dunque non emana nessuna sostanza nociva come invece fa il carbone le cui esalazioni non sono propriamente salutari, senza dimenticare che con la pietra lavica i cibi non sono a contatto diretto come nei barbecue a carbone. Completa il suo profilo un’estrema facilità nel pulirlo e nel sistemarlo.

Bestseller No. 1
sochef Piùsaporillo Barbecue, Nero, 52x122x103 cm
  • Sistema di cottura a Pietra Lavica (in dotazione)
  • Bruciatori in acciaio inox, potenza 10 Kw
OffertaBestseller No. 2
Sochef Saporillo Barbecue, Nero/Grigio, 46x125x103 cm
  • Sistema di Cottura con Pietra Lavica (in dotazione)
  • Bruciatori in acciaio inossidabile, Potenza 7,2 Kw

Barbecue gas metano o GPL: differenze

Il barbecue a gas è sicuramente la soluzione ideale per una serie di ragioni perfettamente comprensibili se messo a confronto con un modello a legna o a carbone. Esso consente di gustare cibi leggeri sfruttando al meglio le potenzialità della griglia. A ciò si aggiunge una facilità di utilizzo ma soprattutto di accensione, oltre ad una semplicità nel pulirlo. Un barbecue a gas fa meno fumo di un modello a legna o a carbone. Quando si desidera procedere all’acquisto di un barbecue a gas, si può scegliere fra due tipi diversi, ossia quello a GPL e quello a metano. Fra questi due tipologie di barbecue esistono delle differenze sostanziali che abbiamo deciso di sintetizzarvi in questo paragrafo per aiutarvi nella scelta del vostro primo barbecue a gas.

Per quanto concerne il Barbecue a GPL, quest’ultimo lo si acquista in bombole di varie dimensioni che possono essere smaltite, riempite e dunque esaurirsi all’improvviso. Il GPL è però più costoso del metano. Per quanto riguarda i modelli a metano invece esso è fornito tramite un allaccio alla rete domestica. Inoltre può essere utilizzato solo in posizione fissa, laddove il gas però non si esaurisce mai oltre al fatto che è meno costoso. Come abbiamo visto da questo confronto entrambi i tipi di barbecue presentano vantaggi e svantaggi. In sostanza se si vuole usare il barbecue in punti diversi della casa dobbiamo optare per quello a GPL. Se però non vogliamo sostituire sempre la bombola, dobbiamo optare per quello a metano. Per ciò che concerne i costi, il GPL è meno economico, ma se poi dobbiamo predisporre il barbecue per il metano possiamo anche spendere diverse centinaia di Euro. Di conseguenza a fare la differenza saranno le vostre singole esigenze.

Bestseller No. 1
sochef Piùsaporillo Barbecue, Nero, 52x122x103 cm
  • Sistema di cottura a Pietra Lavica (in dotazione)
  • Bruciatori in acciaio inox, potenza 10 Kw
Bestseller No. 2
Campingaz Barbecue Dual Gas GPL TRASFORMABILE A METANO con OMOLOGAZIONE Modello...
  • BARBCECUA A GAS CAMPINGAZ 3 SERIES LS PLUS DUAL GAS CON KIT PER IL METANO

Conclusioni

La cottura con il barbecue è tutto sommato vantaggiosa perché non richiede una particolare esperienza. I modelli come abbiamo visto possono essere alimentati in maniera differente: da quelli classici che utilizzano solo il carbone o la legna, a quelli più moderni che prevedono l’impiego del gas (GPL o metano) o in alcuni casi anche l’elettricità. A nostro parere sono preferibili quelli alimentati a gas, soprattutto se provvisti di pietra lavica, non solo perchè sono decisamente più facili da pulire ma anche perchè la fiamma non è a diretto contatto con i cibi come succede per le altre tipologie di barbecue di cui vi abbiamo parlato.

Barbecue a Gas più venduti

Bestseller No. 1
sochef Piùsaporillo Barbecue, Nero, 52x122x103 cm
  • Sistema di cottura a Pietra Lavica (in dotazione)
  • Bruciatori in acciaio inox, potenza 10 Kw
OffertaBestseller No. 2
Campingaz Y980000000 Regolatore di Pressione del Gas Accessorio per...
  • Set Campingaz per Barbecue
  • Regolatore + 2 Fascette + Tubo
OffertaBestseller No. 3
Sochef Saporillo Barbecue, Nero/Grigio, 46x125x103 cm
  • Sistema di Cottura con Pietra Lavica (in dotazione)
  • Bruciatori in acciaio inossidabile, Potenza 7,2 Kw
OffertaBestseller No. 4
Campingaz BBQ a Roccia Lavica Xpert 100 L Plus Rocky, Barbecue Grill Compatto a...
  • Elevata qualità e potenza: 2 bruciatori in acciaio alluminato ad alte prestazioni (7,1 kW); superfice di cottura con accensione piezoelettrica per un facile e...
  • Opzioni di cottura infinite: griglia di cottura in acciaio cromato (45 x 35 cm), per donare ai cibi le tipiche righe da grigliata
Bestseller No. 5
Bestseller No. 6

Come costruire un barbecue

Il barbecue è uno dei prodotti più ricercati ad oggi. Costruirlo contrariamente a quanti pensano è veramente molto semplice: realizzare questo strumento è un gioco da ragazzi e al tempo stesso potrebbe rivelarsi facile anche per i meno esperti. Con l’arrivo della bella stagione tantissimi persone sono spinte a sfruttare il più possibile gli spazi all’aria aperta come terrazzi e giardini di grandi dimensioni. Logicamente cucinare dell’ottima carne o pesce all’aperto è sempre una sensazione gradevole un po’ per tutti. D’altronde a chi non piacerebbe una bellissima grigliata perfetta in compagnia e in tutto relax. Per riuscire in  brevissimo tempo a mettere su un ottimo barbecue occorre prima di tutto avere in testa dove si vuole posizionare.

Di solito è consigliato metterlo sempre in zone d’ombra e soprattutto riparate dal vento o dalle foglie degli alberi. Tra l’altro lo spazio circostante dev’essere ampio cosi da rendere il più facile possibile la cottura con il barbecue. Ovviamente serve capire dettagliatamente che genere di struttura si vuole realizzare. Bisogna aver ben chiaro come si vuole realizzare il proprio barbecue o con la cappa o senza. Per capire nel dettaglio come si costruisce un barbecue serve iniziare dalle basi e delimitare al meglio il perimetro con l’utilizzo di un metro e paletti.

Ora bisogna procedere alla scavatura di una semplice buca e procedere cosi alla colata del calcestruzzo. Per fare il tutto basterà mettere in atto una facilissima operazione unendo della sabbia, cemento, acqua e ghiaia, cercando di livellare il tutto tramite l’uso di una livella o cazzuola. Finita la procedura, serve lasciar riposare per circa 36 ore max 48. Passato questo arco di tempo bisogna fare una sorta di impasto con il cemento, affidandosi ad un trapano. Proseguendo si possono iniziare a collocare i mattoni formando delle file, fino a quando non ottenete l’altezza che più desiderate. Durante questa procedura è di vitale importanza darsi un aiuto con del filo a piombo, cosi da riuscite ad adattarsi alla pendenza della parete in maniera perfetta.

Seguite passo per passo il medesimo procedimento per mettere su i tre muretti e realizzarne due interni nella parte inferiore, devono essere alti più o meno 40 cm. Fatto questo vi serve la camera del fuoco con dei mattoni molto resistenti, lasciando libere solo 2 aperture sulle quali dovrete posizionare alla fine un’apposita griglia che vi servirà per cuocere le pietanze da voi desiderate. Finalmente, arrivati a questo punto, potete fissare la lastra per quanto riguarda la superficie di lavoro e iniziare a rivestire il vostro barbecue come meglio credete. In conclusione, basterà mettere la griglia e la piastra forata. Buona grigliata a tutti.

Come costruire un barbecue in muratura

Se volete costruire un ottimo barbecue in muratura vi consigliamo di continuare la lettura di questo post. Oggi vi spiegheremo nel dettaglio come realizzarne uno in tutta semplicità. Esso non è altro che una delle migliori soluzioni in assoluto per effettuare super grigliate, in particolare se si ha un super terrazzo o meglio ancora un giardino di grandi dimensioni.

Come costruire un barbecue in muratura

Il barbecue in muratura, per chi non ne avesse mai sentito parlare fino a questo momento, è un tipo di prodotto molto ricercato perfettamente idoneo a sopportare delle temperature altissime, il tutto vi permette di preparare di conseguenza pasti eccellenti a base di pesce, carne, verdure che tanto sono buoni e fanno bene alla salute di ognuno di noi. Tornando a noi, costruire un  barbecue in muratura è molto facile. Iniziamo subito e vediamo come fare.

In primis dovrete andare in un centro che è all’ingrosso ideale per la vendita di qualsiasi materiale edile, poi dovrete procedere all’acquisto di tutto il materiale che vi servirà in modo che non vi manchi veramente nulla. Una volta acquistato tutto, e dopo aver deciso con cura dove sistemare il barbecue, potrete iniziare ad andare a creare un masso che dovrà fungere da sostegno, facendo affidamento o ad un po’ di terra o cemento.

Dovrete iniziare con il preparare la base, poi prendete dei blocchi di cemento e formate una scatola che sia chiusa per bene, aiutatevi con del semplice collante. Proseguendo dovrete affidarvi a tre blocchi sovrapposti per i lati, la faccia anteriore e ovviamente quella posteriore. Ottenuta correttamente la scatola di cemento, aspettate che tutto quanto tenda a seccarsi come si deve e sulla faccia frontale create una piccola finestra dove avvitare uno sportello di piccole dimensioni di metallo, ovviamente in questo caso vi servirà un apposito attrezzo tra cui scalpello e martello. Lo sportello in questione, in pratica, vi permetterà di inserire la legna da camino o carbonella nel barbecue.

Una volta che avete organizzato tutto per bene, dovrete occuparvi logicamente di finalizzare nel miglior modo possibile il barbecue, specialmente per quanto riguarda le finiture. Prendete per questo una griglia di metallo piatta, poi la dovrete appoggiare sulla parte più alta del vostro barbecue, bloccatela per bene con dei mattoni refrattari, cercando di far venire fuori una cornice. Il tutto vi servirà per andare a realizzare un bordo, ma ovviamente vi servirà al tempo stesso per bloccare la stessa griglia.

Finito il processo di costruzione, dovrete continuare dipingendo tutta quanta la parte esterna come volete, in questo caso in polvere color mattone, che dovrete sciogliere in acqua, poi dovrete utilizzare il tutto su tutte quante le superfici che vi interessano di più. Finita la pittura, con un pennello dovrete mettere del flatting per esterni, cosi che il colore venga protetto rendendo il tutto perfettamente resistente all’acqua. Agendo in questo modo la creazione sarà terminata ed ecco a voi pronto il vostro barbecue in muratura ad essere utilizzato senza problemi. Dovrete solo invitare gli amici per grigliate che rimarranno impresse nella mente di tutti.

Come accendere un barbecue

Avete un barbecue ma ora non sapete come accenderlo? Non c’è sicuramente motivo di allarmarsi più del dovuto. Accendere un qualsiasi barbecue è una procedura molto facile e ora vedremo insieme come si fa.

Come accendere un barbecue

Per poter accendere un qualunque barbecue e preparare il fuoco adatto alle vostre necessità dovete prima di tutto prendere la quantità corretta di carbone senza commettere alcun errore la quantità più consona che sapete che vi porterà alla temperatura adatta – di solito è un piccolo fuocherello niente di più -.

Se avete il camino per accendere la carbonella fate prima e risparmiate sul lungo su accenditori vari. Se invece non possedete alcun camino che vi permetta di accendere la carbonella potrete tranquillamente fare una capannina con quel pugno di carbonella e mettere sotto un cubo accendi fuoco.

Noi dello staff ci sentiamo di consigliarvi una accensione ecologica e in particolare meno chimica possibile, perfetta a tutto ciò sono gli ecoricci diavolina che trovate in commercio. Non vi servirà tantissima carbonella, quando il fumo nell’accendi fuoco è sparito e siete alla temperatura giusta, quello è il momento giusto per aprire le danze!

Di solito un barbecue si accende e raggiunge temperature di 110 massimo 130 gradi. Di solito, tutti quanti i grigliatori più esperti che conoscono bene i fasti che ha una cottura lenta, potranno senz’altro apprezzare gli enormi vantaggi che offre il tanto amato metodo che prende il nome di snake: si aggiunge una fila di carboni – uno snake, un serpente appunto – a fianco del fuoco che avete creato voi stesso.

Avete mai provato a cuocere le buonissime costine di maiale affidandovi per l’appunto al metodo Snake? Questo brucerà in maniera graduale, tipo una normale sigaretta, permettendovi cosi sessioni di griglia al calore indiretto molto lunghe e senza lo stress di stare ogni volta ad aggiungere carbone.

Dunque, prima di salutarci, facciamo un breve riepilogo:

  1. Fuochi possibilmente piccoli;
  2. Gioco tra cottura indiretta e diretta;

Che dire, questi riportati sono senz’altro i migliori segreti in assoluto per avere un fuoco adatto per una super grigliata da far restare a bocca aperta chiunque. Alla prossima.

OffertaBestseller No. 1
Diavolina Accendifuoco Ecologico Pz.100
  • Diavolina accendifuoco ecologica in barattolo - cubetti 100
Bestseller No. 2
17612 Weber - Confezione da 48 pastiglie sul marrone (casella 15 - Non...
  • Cubetti Accendifuoco. I cubetti accendifuoco Weber, inodori e atossici, rappresentano un modo pratico per fare ardere il carbone. Nel rispetto dell’ambiente,...
  • Codice Prodotto: B2_0663090
Bestseller No. 4
Diavolina - AccendiGrill, Ecologico, Accensioni Naturali per Barbecue e...
  • Faremo il possibile per consegnarti questo prodotto ad almeno 45 giorni dalla scadenza
  • Non fa fumo nè odore
Bestseller No. 5

Come accendere un barbecue a carbonella

Oggi vediamo come accendere un barbecue a carbonella. Il barbecue è una passione ormai praticata un po’ da tutti in particolare per passare giornate diverse e stare in compagnia, in quanto va a conferire agli alimenti, più nello specifico alla carne, quel tipico ed unico sapore affumicato. Nel giardino di casa vostra o in qualsiasi altra parte si rivela sicuramente una delle attività più divertenti che esistano. Detto questo, per sfruttare al meglio il proprio barbecue vi consigliamo di continuare la lettura di questa guida, necessaria soprattutto a capire come accederne uno a carbonella. Iniziamo, quindi.

Come accendere un barbecue a carbonella

Il primo passo da mettere in atto riguarda la pulizia che c’è da fare: una cottura eccellente presuppone che, prima di tutto, ci sia una condizione igienica perfetta, la migliore possibile. Se il barbecue è stato già utilizzato precedentemente, bisognerà togliere ogni residuo di sporco; se anche la griglia non è in condizioni ottimali, servirà anche in questo caso dare una pulita anche a quest’ultima, pezzo di vitale importanza del vostro strumento di cucina.

Per le operazioni che vi abbiamo citato sopra, affidatevi ad acqua calda insieme a detergenti che siano di qualità e saponi a ph neutro, dandovi una mano con un guanto e una spugna. Le ceneri vanno tolte quando fredde: in particolare, cosi da andare ad evitare che queste volino via all’accensione successiva che fate, il consiglio è quello di versare un goccio di acqua nel portacenere.

Passando al passo numero due riguarda la preparazione dell’accensione: in primis, dovrete togliere la griglia dalla parte superiore del vostro barbecue; sul fondo di quest’ultimo, dovrete aprire la valvola dell’aria, per andare a favorire il passaggio di ossigeno per il fuoco, proseguendo, sarà possibile disporre la carbonella in maniera decisamente più consona. Tutto questo non prevede altro che la sistemazione del carbone a piramide, dunque con un quadrato centrale ed un po’ di più messo al centro. Affidandovi ad un accelerante chimico dovrete bagnare la carbonella: le quantità del liquido cambiano in base al barbecue in vostro possesso, in genere è consigliato bloccarsi quando il carbone è diventato bello lucido.

In conclusione, accendete la carbonella con un normale accendino o, meglio ancora con un fiammifero lungo. Alternativamente, si potrebbe bruciare un po’ di carta e gettarla tra la carbonella. Dopo circa 20 minuti dovrebbe essere già di colore rosso l’intera brace, dunque pronta per cucinare qualsiasi alimento. E’ molto importante mettere le carbonella in maniera omogenea, cosi da garantire una cottura uniforme il più possibile. L’ultimo passo da compiere è quello di riporre la griglia e cuocere gli alimenti da voi desiderati.